Archivi categoria: poesia

La musica

Immagine

La musica mi trasporta in un mondo in cui il dolore non smette di esistere,

ma si allarga, si placa, diventa insieme più calmo e più profondo, come un torrente che si trasforma in lago.

(Marguerite Yourcenar)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in poesia

Il corpo

Immagine

Corpo, facchino dell’anima,

in cui sperare forse sarebbe vano,

amato corpo, più che non amarti;

cuore in un vivente ciborio trasmutato;

bocca senza fine tesa alle più nuove esche.

Mari dove si può vogare, sorgenti dove si può bere;

frumento e vino misti al banchetto rituale;

alibi del sonno, dolce cavità nera;

inseparabile terra offerta a tutti i nostri passi.

Aria che mi colmi di spazio e di equilibrio;

brividi lungo i nervi; spasmi di fibra in fibra;

occhi sull’immenso vuoto per poco tempo aperti.

Corpo, vecchio mio compagno, noi moriremo insieme.

Come non amarti, forma a cui io somiglio,

se è nelle tue braccia che stringo l’universo?

 (Marguerite Yourcenar)

Lascia un commento

Archiviato in poesia

La prima volta

16.jpg

Per la prima volta

provavo il piacere perverso

di essere differente dagli altri;

è difficile non credersi superiori,

quando si soffre di più,

e la visione della gente felice

ci dà la nausea della felicità.

(Marguerite Yourcenar)

Lascia un commento

Archiviato in poesia